27/07/16

Enjoy life.

Viaggio dentro l'abisso dentro Felix solo perche' dovrei capire delle cose che non capiro' e perche' se non scrivo certe cose da qualche parte, come le butto fuori?

Questa canzone, non ti dico quale altrimenti me la riproponi, mi fa venire voglia di fare male a qualcuno o, in mancanza, a me stesso. Vorrei prendere a pugni un albero, il sedile, il finestrino. In alternativa, comincio a desiderare che cristina prenda il suo cellulare grande come un citofono e me lo spacchi in testa ripetutamente fino a farmi sanguinare. Con un movimento eccezionalmente veloce del suo braccio.

Spaccami il cellulare in testa.

Solo perché sarebbe una cosa quasi inaspettata e immotivata, non per altro. Ci penso spesso. Magari siamo seduti sul divano prima di guardare un film, o mentre lo guardiamo, e io vorrei prenderti a pugni solo perché sarebbe una cosa esteticamente bella da fare e da vedere.

Spaccami il cellulare in testa.

Purtroppo non lo fa.

Con l'ultimo barlume di lucidità le chiedo di mettere una canzone, non ti dico quale altrimenti me la riproponi, che ho sempre ritenuto che mi faccia diventare buono, nel momento in cui la sento. Mi cullo nel ritornello e torno una persona normale.

Quando metto piede in casa trovo una canna già fatta e allora, anche se sono stanco, sudato e fa un caldo incredibile, decido di fumarla. Non fumare prima di pranzo, una regola basilare da rispettare sempre, e invece...Paralizzato sulla sedia, stanco a sentire il cuore che batte e a chiedermi perché ho fumato e fra quando riuscirò a rialzarmi.

Ho pulito la casa, e cambiato le corde alla chitarra, e ora cerco di mantenerla pulita riuscendoci con incredibile successo, a parte tutte le volte che mi cicco la cenere addosso in un modo o nell'altro. L'ultima settimana di lavoro prima delle vacanze deve essere improduttiva e noi non siamo da meno. Ho fatto partire quattro album, di cui il primo era Abbey Road, e mi sono infilato nella vasca con l'acqua calda a farmi una canna. Non l'avevo mai fatto. Relativamente rilassante, ma la logistica non e' semplice. Almeno se vuoi evitare di avere cenere nell'acqua, ma queste sono scelte personali.

Cut.






Le canzoni sono importanti. Non e' necessario che tu abbia i miei stessi gusti musicali, ma fammi capire, fammi sapere, che ci sono canzoni che ti smuovono nel profondo e ti toccano e sopratutto dimmi perche'. Questo voglio sapere. Quando ho/hai pubblicato questa canzone, a cosa pensavi? Le parole a quali pensieri e immagini ti portavano?

For neither ever, nor never
Goodbye

Per te significa che non si potra' piu' fare nulla e quindi addio?
Per te significa che mai ci diremo addio?

Sono interpretazioni plausibili entrambe, ma vedi che significato diverso che hanno.

Ma e' proprio grazie a cose come queste che abbiamo un minimo di possibilita' di capirci, di aprirci, di comunicare.


Cut.

Torno a casa dalla festa e sono in macchina di John. Gli parlo del mio passato, quello su cui faccio sempre il riservato. Donne, donne ovunque. E del futuro. C'è Cassie che mi aspetta, e non lo sa, da qualche parte e dico a John che l'ho già minacciata di rapirla per almeno ventiquattro ore.

"Di questa Cassie, mi parli troppo bene, sembra un bel tipo, perché non la porti una volta tra noi amici, cosi' la conosciamo?"

"Sono lusingato, ma dato che è difficile beccarla, quel poco tempo che è in giro preferisco rapirla e tenerla su un letto tutta per me."

"Capisco perfettamente. Peccato."

Amo John piu' di quanto abbia amato alcune delle mie ragazze.

Perché, tu, uomo che stai leggendo, lo sai che devi coltivare delle amicizie che siano una forma di quasi amore e che, se sono buone e fondate su basi solide, ti accompagneranno tutta la vita. Le donne vanno e vengono, anche quelle migliori, anche la donna della tua vita, e spero tu ne abbia almeno due o tre. Gli amici saranno la tua famiglia, non perderli di vista.

Fumo tutti i giorni e finisco per parlare da solo, per riflettere con gente che ne sa, e mi scervello sul fatto che odio tutti, ma principalmente odio me stesso (e' una fase passeggera).

(non è vero, ti sto chiedendo aiuto. Aiuto! Si', proprio a te che leggi.)

(ti ho messo un minimo di disagio/preoccupazione/paura?)


Mi guardo allo specchio con gli occhi rossi dicendomi che tuttavia la giornata e' andata bene e tutto quello che dovevo fare l'ho fatto, anche se so che non e' vero neanche per il cazzo.

Sapete che cannabis e psicosi probabilmente sono collegate in un certo bel modo?

Informatevi: http://aje.oxfordjournals.org/content/156/4/319.full


Ma riprendero' la mia vita in mano un'altra volta e un'altra volta e un'altra volta finche' non sara' la volta decisiva. We do never give up, che e' la didascalia che avrei messo sotto la nostra foto, se ne avessimo fatta una in questi giorni.

Il lato positivo di questo nichilismo esistenziale degli ultimi giorni e' che non ho voglia di sentire nessuna e mi va molto bene cosi'.

Enjoy life, io ci sarò.









2 commenti:

  1. le canzoni sono importanti.

    Psicosi? presente.

    ancora un mese poi smetto tutto o muoio.

    RispondiElimina
  2. Never give up, Bill. In diretta dopo l'ennesimo incidente stradale, io sono con te.

    RispondiElimina