27/11/11

La casa dei criceti dei fattoni. part 2





Ora tutti voi froci repressi che non siete altro, con tutto il rispetto che provo per i repressi, vi aspettate che jingle glielo succhi gelidamente come peter north nella sua intimità fa a qualche diciottenne depilato, vediamo se avete ragione.


jingle si fa un paio di calcoli, boss è più grosso di lui, è stato in galera e quindi saprà menare come una bestia, allora gli rimane solo un'opzione -va bene, ma voglio due dosi per questo.-
-tutto quello che vuoi, tesoro.-
si inginocchia davanti a boss mentre il suo sangue fluisce verso il basso, si lecca le labbra, avvicina la bocca, tossisce per non fare sentire lo scatto, e ZAC gli trancia i coglioni di netto -prendi, figlio di zoccola!- e boss rimane lì, un attimo in piedi, con la faccia di uno che stà per vomitare sangue e cade all'indietro in stato di incoscienza, ma con gli occhi aperti e la mano che cerca di coprire le palle che non ci sono più. Non pago, jingle si avventa su di lui e gli apre il corpo dal collo fino all'inguine e lo lascia lì tremante e morente, poi si avvia verso la stanza da letto e prende dal barattolo sull'armadio tutta la roba che c'è, alza il materasso per vedere se c'è qualche altra droga di cui fare incetta, ma se ne va subito, non prima di aver lanciato un ultimo sguardo al criceto che muore in un lago di sangue.



Crisi epilettiche.


Ghiotto mugugna, fa versi strani, geme, gode e poi viene -aaaaaaaah che meraviglia!- , intanto laura si riveste dopo la doccia. L'hanno sentito tutti quanti gli altri criceti, le zoccole sono schifate, hamtaro prende in mano la situazione e si avvicina -porco antropofilo di merda, almeno cerca di non farti notare quando ti ammazzi di seghe!-
-fatti i cazzi tuoi, la mia intimità non ti riguarda!-
-ma mi riguarda se ogni volta devo sentirti venire come un mulo bisessuale in calore, un po' di ritegno, porca merda!-
-vai a finire di spararti i tranquillanti di tantasà, dai, vaiiiii, questo fattone della minchia mi viene a fare la predica, ma da quale pulpito, sono l'unico che non si droga in tutta questa casa e ora sono io il problema? sono due settimane che sfasciate tutto perchè boss vi ha lasciato in eredità etti di cocaina, andate a fanculo, me ne posso andare, tanto so dove stare, torno da camilla e mi godo le sue tette.-
-era una bambina quando ti aveva comprato! non ti vergogni cazzo?-
-cosa me ne fotte? ora ha vent'anni e si è scopata mezzo liceo e sospetto che abbia anche qualche tendenza lesbicona, vivrò meglio lì, più scopate umane e più seghe per criceti.-
ghiotto prende di colpo ed esce di casa, senza dire altro, non hanno bisogno di lui e lui non ha bisogno di loro, andassero a fanculo tutti quanti.
Torna nella sua casetta, polvere ovunque, erano mesi e mesi che non ci tornava, però tutto il casino aveva un certo ordine, si siede sulla poltrona del soggiorno e prende il suo amato seme e comincia a sgranocchiarlo -cazzo, che stress.-, quando camilla e laura fanno la loro comparsa nella stanza:
-non ho voglia di studiare oggi, nah, oggi non faccio proprio nulla, mi butto sul letto e dormo fino a domani!-
-hai ragione, e chi ha voglia di fare qualcosa?-
-ma sopratutto, chi ha voglia di allungare il post con questi discorsi inutili, banali e insensati come un criceto antropofilo?-
-eh? cosa dici, laura?-
neanche il tempo per camilla di fiatare e subito laura la spinge sul letto e comincia a toccarle il seno e l'altra ragazza rimane un po' stranita -che fai, basta scherzare!-
-"basta scherzare"- la prende per il culo laura -dai, basta puttanate che possano far pensare che non stiamo per scoparci selvaggiamente come si è capito da metà post! togliti la gonna, troia!-
-hai ragionissima!-
perciò camilla si comincia a togliere la gonna e laura si è già tolta il reggiseno e la maglietta e subito sono una sopra l'altra ad ansimare come due zoccole (notare l'arguto riferimento alla classe femminile del topo/criceto) e intanto ghiotto che si era appisolato per circa due minuti, tanto per evitare l'inutile scambio di battute iniziale, si sveglia già con l'attrezzo duro, butta via il seme e comincia a menarselo a due zampe mentre anche un paio di vagine si bagnano e laura oramai è diventata una di quelle baccanti indemoniate greche e ora strappa le mutande a camilla e si butta con la faccia dentro il frutto proibito mentre camilla gode e sente il bisogno di farlo sapere a tutto l'appartamento.
ghiotto cerca di trattenersi, ma stà già per venire abbondantemente, quando ecco maria, la francese che ha portato bijou tra gli ham ham fattoni, entra senza bussare e si trova quello spettacolo lesbo davanti e non può fare altro se non esclamare:
-puttane! ci sono due mie compagne che se la leccano e nessuna mi chiama? stronze puttane!- e per non perdere tempo si denuda in meno di quindici secondi e si lancia sui seni di laura...
-oh cazzo cazzo cazzo cazzo cazzo aaaaaaahhh!- urla il criceto, ma nessuno lo sente perchè le ragazze sono molti decibel più in alto, e viene esattamente sul seme e sviene.




4 commenti:

  1. Ma che bella comunità di sfasciati!

    RispondiElimina
  2. bella la svolta erotico-splatter del blog,
    mi era piaciuta anche quella degli 'ham ham amici del cazzo'.

    RispondiElimina
  3. E' solo un post ispirato agli ham ham hamici del cazzo, non mi ispirano assolutamente le storie erotiche scritte, tipo qualche blog dove la tipa racconta i suoi pompini o di quando glielo buttano al culo, credo sia proprio triste. E sopratutto è l'ultima cosa che potrebbe eccitare qualcuno.

    RispondiElimina